10.12.08

Un Ballo in Maschera

Ho spesso la febbre da progetto, ma in questo periodo sono davvero tante le storie che mi girano in testa. Sarà colpa della pubblicazione di Bambole di Carne, che mi ha definitivamente convinto che riesco a tener dietro ad una storia anche come disegnatrice.

Quindi ho deciso di mettermi al lavoro per concretizzare qualcuna delle varie idee, in attesa di trovare un editore ^^'

Il primo progetto è una storia che mi porto dietro dal liceo, di cui ho fatto varie versioni e di cui questa è l'ultima e (spero) definitiva.
Un Ballo in Maschera, liberamente ispirato al Fantasma dell'Opera.

Parla di due uomini che vivono l'amore in modi diametralmente opposti, parla di luce e ombra, che non sempre sono rispettivamente bianca e nera.

1.12.08

Manifestazioni!

Questa volta faccio pubblicità a delle manifestazioni a cui non partecipo ^__^


La prima, di cui vedete il manifesto, è un galà di beneficenza che si terrà ad Arcore (MI) domenica 11 gennaio 09.
La storia di questo manifesto è particolare.

Mi scrisse, qualche settimana fa, Beppe Rositani, domandandomi l'utilizzo della mia illustrazione di Cappuccetto Rosso, trovata in una ricerca in rete, per una recita a tema.
Il ricavato sarebbe andato per finanziare le cure in Florida di un bambino con (in breve) pesanti problemi dovuti ad una nascita difficile.

Per chi volesse saperne di più, può togliersi la curiosità qui (link al sito).

Dopo essermi letta un po' di cose, ho deciso che era giusto dare il mio contributo, così, ecco qui.

La recita sembra interessante, non è l'ennesima rivisitazione della storia di Cappuccetto ma un riarrangiamento (come dice il titolo "Chi ha rapito il Lupo Cattivo?".



Altra manifestazione a cui non partecipo ma a cui voglio dare un po' di risalto.
La prima fiera di Giochi di Ruolo e fumetto di Caltanissetta.
E' organizzata da amici che hanno da poco aperto una fumetteria e si stanno dando davvero parecchio da fare in una zona in cui le fiere si vedono solo da lontano.
(per informazioni, c'è tutto sul volantino e qui c'è il sito).

Ade entrambe le manifestazioni auguro buona fortuna ^___-

9.11.08

Autunno

L'autunno, anche se caldo (non ho ancora usato nulla di più pesante di una felpa!!) comincia a farsi sentire e tutto è reso ancora più bello dall'ambiente nuovo in cui vivo ora, quasi in periferia, quindi con più alberi e meno traffico.
Si sentono di più gli uccelli, si vedono le foglie che a poco a poco ricoprono il giardino, si vede il fango ai margini delle strade o sulle stradine sterrate che portano all'argine del Brentelle.

L'autunno è una stagione che mi piace molto e mi ispira ^^
Infatti in questo periodo cerco di dedicarmi a qualcuno dei nuovi progetti che mi turbinano in mente.

Promuoverò un po' Bambole di Carne, sia al PanStore di Padova sia all'Arcadia Oltre le Nuvole a Bergamo e intanto cercherò di capire cosa mi attende in futuro.
Mi piacerebbe poter continuare su questa strada, affiancare alle sceneggiature alcune pubblicazioni come autrice.
Le idee non mancano, devo solo capire quale sarà la prossima storia e, soprattutto, come e dove la pubblicherò.

Intanto, a tema autunnale, ecco il mio omaggio all'Insonne, illustrazione pubblicata sulla raccolta di racconti di Di Bernardo, La lunga notte dell'Insonne (DelBucchia ed).

Nel libro l'immagine non è venuta bene >___<


Son contenta che sia ripresa anche la pubblicazione della serie regolare, grazie all'Arcadia. La numerazione riprende dal n.1 ma in realtà continua la saga finale bruscamente interrotta mesi fa e, dopo un anno e mezzo di attesa, vedrà la luce (come n.2 invece che n12) anche la storia insonne da me scritta, Il Male Dentro, con disegni di Fabiano Ambu, Rossano Piccione e Michela Da Sacco.

5.11.08

UN NOME PER IL MIO STILE

Ne ho sentite tante, ma nessuna mi soddisfa, quindi invito chi segue il blog di votare (se trovate una definizione tra quelle che ho messo, che poi sono quelle che mi sono state attribuite).

Sennò votate ALTRO e scrivete in un commento a questo post la definizione che più vi aggrada.

^___^

Grazie!

30.10.08

Prima di Lucca


So che mi stancherò tantissimo (più che in tutte le altre fiere a cui partecipo).
Sarà per l'affluenza di gente, sarà per la baraonda che dura (per me) 3 giorni, perché, di quelli che incontro solo in questa occasione, ne vedrò la metà e con ancora meno riuscirò a parlare con calma, sarà perché qualcosa, nelle mie aspettative, andrà inevitabilmente deluso.


Eppure, accanto al lato negativo, c'è anche quello positivo, c'è l'entusiasmo di vedere gli amici che incontro solo alle fiere, avere finalmente tra le mani, pubblicati, i frutti delle mie fatiche (Galaxies finisce dopo quasi 4 anni, Bambole di Carne, a cui ho cominciato a lavorare lo scorso dicembre, Gli Scorpioni, un'opera in cui credo molto, Gli Esiliati, che ha avuto una gestazione lunga e difficile di oltre un anno e mezzo).


Ci sono le cene, stipati in ristoranti troppo piccoli, con gente che conosco e altri che non so chi sono, e c'è la possibilità di comprare fumetti che volevo da tempo ma che, per quanto costano, mi permetto solo alle fiere ^__^'

Giusto perché, nonostante tutto, fiera è ancora sinonimo di festa.

14.10.08

L'Inferno degli Angeli

Argomenti decisamente pesanti, questa volta, sebbene legati a Bambole di Carne.
Qualcosa di cui volevo parlare da un po'.
Un paio di anni fa, pensavo ad una storia che mi vagava in mente, ancora senza forma precisa, Bambole di Carne. Sapevo che volevo parlare di bambini che subiscono abusi, ma mi mancava ancora qualche elemento.
Poi ho trovato un sito in cui parlavano dei bambini delle fogne di Bucarest .
Qualche elemento è visibile nelle primissime pagine del mio fumetto.

Seguendo alcuni link sono arrivata all'associazione Prometeo, dove basta leggere i titoli degli argomenti per rabbrividire, sebbene la discesa negli inferi sia la pagina dedicata alle testimonianze.

Bambole di Carne non è un racconto realistico perché non volevo fare un documentario, tuttavia alcuni mi hanno detto che è crudele, una fiaba crudele e grottesca eppure, se andrete a leggere anche solo una delle testimonianze, capirete che ho tenuto la mano molto, molto leggera.

13.9.08

Le copertine scartate!

Eccole qui, come richiesto da Silvia, le copertine scartate.
Faccio vedere solo le bozze, in realtà ci ho lavorato un po' di più ^^



Ah, queste tecniche "manuali" dove, se sbagli, ti tocca rifare tutto!!! Mi domando perché, invece del corso di acquerello, non mi sono dedicata ad un corso di colorazione al Photoshop -___-

In realtà, l'acquerello mi piace moltissimo, anche se non ho il tempo per seguirlo e migliorarlo come vorrei.
Prima di imparare questa tecnica, non sapevo proprio colorare e mi sentivo una disegnatrice a metà.

5.9.08

Bambole di Carne


Invece di SIMON, forse, in effetti, rende di più.

Alla fine abbiamo avuto problemi con le copertine, quella che Taccolini dell'Arcadia aveva prescelto fin dall'inizio, alla resa dei conti non ci sembrava più così buona.
Adesso vediamo che mi dice di questa ^^

Ormai l'uscita per Narnia Fumetti è impossibile. Vedremo come vanno le prove di stampa e poi mi azzarderò a rilasciare altre dichiarazioni.

4.8.08

RITRATTI e altro

Beh, forse chiamarli ritratti è un po' ridicolo, ma di fatto ritraggono qualcuno di reale.
Questq qui sotto è Anna, mia sorella minore, fotografa, un piccolo regalo di compleanno.


Questi, invece, sono i gatti di Manuela, Baci, il rosso, e Willy, il grigio.

In questo periodo, dopo avere consegnato Simon, sto scrivendo soprattutto sceneggiature, quindi non so proprio cosa fare per aggiornare il blog ^^ e mi trovo a postare vecchie illustrazioni.
Ne avessi tante... in realtà ne ho proprio pochine di cui non mi vergogno.

Sto anche cercando di finire il ciclo di Cappuccetto Rosso, tenendo conto delle preferenze del pubblico ^___-
E conto di partecipare ad un paio di selezioni per mostre, quella di Lucca Junior e quella della Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna, tanto per continuare a tenermi in allenamento come disegnatrice.

Poi, chissà.

25.6.08

My life with mosquitos

La collaborazione con Entostudio cominciò parecchi anni fa, quando chiesero a me e a Michela di illustrare alcuni volantini per la lotta contro la zanzara.
Quest'anno, dopo un po' che non ci sentivamo, ho avuto modo di realizzare non uno ma ben due cartelloni a tema, per il Comune di Padova.


9.6.08

Incatenata!

Qualcuno (grazie Fabiano!) mi ha coinvolto in una catena. Siccome spezzare le catene porta sfortuna, eccomi qui a mostrare dove lavoro.

Questa è la mia postazione da sceneggiatrice, tutto ordinato.

Tranne quando mi assento un attimo e arriva l'Imprevisto!

Questa è la mia piccola libreria personale dove, per lo più, c'è roba che uso per il disegno.

Et voilà! Quando si ha poco spazio è necessario industriarsi e io l'ho fatto. Sotto la scrivania, si nasconde il tavolo da disegnatrice.

Un po' traballante, le tavole mi vanno sempre un po' sotto e mi cadono le matite @___@'
Ma questo è il meglio che sono riuscita ad ottenere, in attesa del trasferimento.

Comunque riesco a lavorare. Ci ho fatto quasi 46 pagine di Simon.

Beh, poi arriva qualcuno che trova estremamente comodo quel leggero dondolio del tavolino a scomparsa.

I fidi compagni di avventura. Lo scanner e la stampante.

E, quando devo ricalcare le bozze, tecnica che uso sempre per avere matite abbastanza pulite, visto l'uso intensivo dell'acquerello, ecco il tavolo luminoso.


Non ci posso stazionare perché lo divido con Michela. Diciamo che è sul confine tra il suo tavolo ed il mio, come la stampante è tra la sua postazione pc e la mia.

Sì, arriva anche qui.

Ma ora passiamo alle nominations!

Nomino e incateno: Antonio Menin, che NON deve usare le stesse foto già destinate ad una analoga iniziativa nel forum di Jonathan Steele. Alan D'Amico, Ivan Annibali, Andrea Minoja, Paola Infantino.

No, non mi ringraziate ^___-

Sono già stati incatenati (da qualcun altro):
Michela
Francesco

Tanto per dare l'idea dell'entità della cosa ^___-

24.5.08

Creare Storie

Riporto un commento di Luca, che mi ha dato lo spunto per una riflessione ^^

"Ho sempre ammirato chi riesce a sfruttare un'ambientazione o una situazione come "sfondo" per poi raccontare una storia che ha il suo punto focale da tutt'altra parte (es. partire da un circo per parlare di amore, come in questo caso)."

Come si crea una storia?

Le mie esperienze sono diverse, pure cercando di non snaturare la mia personalità di narratrice.
Molto, ho notato, dipende dal "compagno di narrazione" (non mi piace dire collega, perché suona troppo distante. Ritengo che quando si crea una storia o dei personaggi si stabilisca un certo legame con la persona con cui si spartiscono le idee ed i pensieri).

Creare un'ambientazione o una situazione è, molto spesso, il mio punto di partenza.
In quelle che creo da sola si parte da una situazione (bambini che subiscono abusi su Simon) o un evento scatenante (come su Agenzia Incantesimi: la Valle della Discordia) e i personaggi, in un certo senso, subiscono la storia.
Harmoran (per chi lo ha letto) è un esempio lampante.
Forse si potrebbe dire che, nel ruolo di narratrice, sono onniscente, guardo dall'alto la storia e ne colgo i diversi aspetti. Ne ho il controllo.

La questione cambia quando creo storie con Michela.
Allora i personaggi divengono il punto di partenza, sono loro il motore degli eventi ed il perno attorno a cui ruota tutto.
Gli eventi passano in secondo piano.
Questo accade per diversi motivi, il primo dei quali è che io e Michela abbiamo una visione del tutto diversa di quello che è importante in una storia. In un certo senso potrei dire che ci completiamo (twins power? ;) .

Di solito partiamo così: Michela mi propone due o tre personaggi principali, con una loro personalità definita, e io ci aggiungo un corollario di personaggi meno importanti ed una storia che dia risalto a dei protagonisti che, di fatto, hanno già un certo spessore.
Devono solo trovare motivazioni.
Purtroppo al momento non ho esempi da portare, nulla che abbia visto la luce, ma menzionerò un progetto, Edenbound, di cui parlerò più diffusamente prima o poi ^__-

Con Manuela il discorso è ancora diverso.
Con lei sto (attualmente) lavorando a due storie, e di una, Farfalle, ho già parlato in passato.

Manuela ed io abbiamo gusti molto simili, soprattutto in fatto di eventi.
Di solito, per creare una storia, partiamo dall'atmosfera che vogliamo ottenere e ci buttiamo dentro, come in un calderone, tutti gli ingredienti.
Nel caso di Farfalle, ambienti gotici, intense passioni, sogni e sangue, malate emozioni, la corruzione dello spirito e della carne, ma anche la possibilità di elevarsi... sebbene molto spesso frustrata ^^
Insomma, un alto senso del dramma.

Prossimamente posterò le mie considerazioni relative alla collaborazione con altri colleghi, con cui il metodo di lavorazione e, ritengo, anche il risultato, cambiano ancora...

20.5.08

Circus, una storia in crescita

Il titolo è provvisorio, ma la storia è ambientata proprio in un circo.
Di cosa parlerà?
Soprattutto d'amore.

I bozzetti che avevo fatto li ho persi al Salone del Libro di Torino. Chissà che fine hanno fatto...
Qui di seguito, alcuni personaggi nelle loro prime versioni.

Questo è il Domatore. E' vecchio e aspetta con fiducia e pazienza la donna che lo ha abbandonato in gioventù.

Queste sono le sue terribili fiere. Un vecchissimo leone, probabilmente con la parrucca... Anzi, è sicuro che una parrucca!!
E una tigre cicciona, meglio non domandare come fa a saltare nel cerchio.


Infine (per il momento) lui è Stanley, un bambino viziato e senza sogni, che diventa padrone del Circo.

Come e perché non lo so ancora, ma scommetto che lo scoprirò presto ^^

7.5.08

Insonne Day Terza Edizione

La copertina è solo a matita, ma rende bene l'idea.


Copertina di MARCO CHECCHETTO
Storia di FRANCESCA DA SACCO
Disegni di SERGIO GERASI


Uscita prevista Manziana, 13,14,15 giugno.

10.4.08

Simon: cronache di violenze annunciate

Simon e Caled tornano a casa con la refurtiva. Appena dentro, sentono dei rumori, si affacciano alla camera da letto di Olivia e scoprono che i rumori vengono da lì, seguiti da quello che sembra un grugnito.
Scappano e vedono che, poco dopo, dalla camera, esce un uomo. Non è quindi un mostro orribile quello che ha fatto del male ad Olivia.


Qualcosa, in Simon, cambia.
Il bambino che si limitava a sopravvivere, guardando le cose accadere, senza saper reagire, matura, si accorge che attorno a lui ci sono persone che soffrono.
Si accorge di esistere e, forse, di poter fare la differenza.


"Benvenuti, ci divertiremo un mondo, assieme!", disse l'Orco ai bambini, guardandoli entrare nel suo regno.

8.4.08

Jonathan Steele EXTRA#1

Copertina: Il disegno è di Stefano Caselli, i colori di Daniele Rudoni.

Ormai l'uscita è imminente, quindi annuncio che in questo primo Extra di Jonathan Steele c'è una mia storia (chi bazzica il forum di JS lo sapeva già da mesi), Fuochi nel Deserto, i disegni sono di Tiziano Scanu e Michela Da Sacco/Gigi Baldassini.
Mi aspetto commenti quando avrete letto la storia.

Nel frattempo sto lavorando ad un'altra storia breve, per l'Extra #2, L'Orda Infernale.

20.3.08

Fiori per la nonna


Ebbene, è sempre lei, Cappuccetto Rosso.
Questa è la quarta illustrazione, ed è intesa come doppia, che prende, cioè, la metà inferiore di due pagine appaiate.

Adesso devo pensare ad una scena, non troppo splatter, che veda il Lupo che divora la nonna ^__-

25.2.08

Attenti al Lupo

L'idea è di preparare qualcosa da portare alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna, a fine marzo.


La storia di Cappuccetto Rosso non mi ha mai sconvolto per la sua bellezza, ma, come mi accade per Alice nel Paese delle Meraviglie, trovo interessanti gli eventi e i significati ^^
Quindi mi piace l'idea di dedicarci qualche illustrazione.

21.2.08

Mantova Comics e dintorni

Sono un paio di anni che vado alla fiera di Mantova e devo ammettere che mi piace. E' una manifestazione fatta bene, che promette, ogni anno, qualcosa di più e, forse, diventerà una data importante (quando si decideranno per una data precisa, visto che cambia di anno in anno!!).

Quest'anno, il fine settimana di fine febbraio-inizio marzo si preannuncia piuttosto piena.

Gli impegni cominciano giovedì pomeriggio, al di fuori dalla fiera, al BlueAngels, dove noi EdenGirls, assieme a Teresa Marzia, ci daremo a disegni (vedi locandina sotto).
Sarà presente anche Federico Memola.




Da venerdì a domenica saremo in fiera.
Oltre agli impegni allo stand della Star, sabato pomeriggio ci sarà, con l'Arcadia Ed, una presentazione dei titoli di prossima pubblicazione, accanto a Simon, Alyssa4Real di Sciarrone e Ford Ravenstock di Raule e Rossi.

Spero che queste giornate siano un'occasione per rivedere un po' di facce che vedo solo alle fiere ^___-

14.2.08

Sequenze

A volte è strano, si cerca un'inquadratura particolare e si finisce per fare una serie di bozze che, guardate una di seguito all'altra, sembrano formare una sequenza.

Qui volevo fare un'illustrazione per Simon, ho fatto un certo numero di bozze, alla ricerca di qualcosa (che poi non si è mai sviluppato) e solo in seguito, trovando per caso il foglio, dimenticato tra altri mille, mi sono accorta che sembrava una sequenza.

Eccola qui.