19.6.11

Centri estivi!

E' da tanto che non faccio capolino sul blog, lo ammetto.
Il lavoro da illustratrice è diverso da quello di fumettista, ho proprio cambiato mondo e, se da un lato un po' mi dispiace, dall'altro sono contenta, era ora di cambiare qualcosa.

Questo post è dedicato ad una attività che porto avanti da anni ma di cui non ho mai parlato molto.

 Questa è la corte interna. 

Quest'oco (...) difende il nido, mentre la compagna è impegnata nella cova. L'anatra nello sfondo è la zia acquisita degli anatroccoli, a volte fa loro da baby sitter, portandoli a spasso fuori dal recinto.


Questa è Dinky, cinta senese, la foto non le rende giustizia, è grandissima e molto dolce. La cosa che preferisce è farsi fare la doccia. La seconda farsi grattare la schiena con una scopa. Se le soffi piano sul muso o la accarezzi, canta ^^ 

 Flame, Australian Shepherd, ora è un po' vecchiotto, ma sempre adorabile.

 Heidi, la capra villana. E' legata perché prende a cornate le pecore. Avida di attenzioni, se la ignori fa i capricci.

 Queste sono le due cavalle da tiro, Nora e Nuvola. Un bambino è mediamente grande come la loro testa.

In primavera svolgo varie attività in una fattoria didattica (la fattoria Lungargine, dove ho lavorato x anni e di cui ho anche fatto dei fumetti): insegno ai bambini a disegnare gli animali e a lavorare la lana, facendo provare loro l'emozione di come da un batuffolo di lana si ottiene un filo e di come, infeltrendo la lana ad arte, si possa ottenere un braccialetto.

I bambini sono troppo divertenti e davanti agli animali sono imprevedibili (in senso buono), anche perché gli animali della fattoria sono tutti adorabili e abituati a farsi accarezzare (non è difficile vedere le pecore con attaccato al collo un bambino, intento ad abbracciarle).

Foto di gruppo sul trattore.

Nel laboratorio della lana, si disegnano le magliette.

 Giulia e Flame.

Queste ultime sono foto del centro estivo della scorsa settimana.