4.8.09

Un fumetto inedito


Doveva uscire assieme alle altre storie della Fattoria Lungargine, ma tra un'attesa di finanziamento (sogni!!) e altro, è dal 2007 che aspetta.
Ora la pubblico qui. Magari più avanti pubblicherò anche le altre storie della serie (altre 5).

Una piccola premessa per chi non lo sa:
La serie di fumetti La Fattoria Lungargine è nata in combutta con Fabrizio Arena, proprietario dell'omonima azienda agricola a Padova (qui il sito). L'idea era di usare i fumetti sia per raccontare storie, praticamente reali, sugli animali della fattoria, sia per far conoscere ai bambini delle scuole in visita qualcosa in più sulla vita in una azienda agricola.

Mi son trovata così in una avventura alquanto impegnativa, visto che curavo tutto. Storia, grafica, disegni, copertina, impaginazione... Solo i colori li ho sempre affidati a Manuela Soriani, che in queste pagine potete vedere nella sua seconda performance digitale ^^
Le pettinature di Angus e Aberdeen sono quelle di Grease, qualora qualcuno se lo chieda ^^
e i nomi non sono casuali, ricordano la razza di bovini, neri e senza corna, Aberdeen Angus, appunto.

Tutto è finito quando Fabrizio ha deciso di provare a chiedere finanziamenti per qualcosa fatto un po' più in grande. Stiamo ancora aspettando ^^'





10 commenti:

GiuliA - Giulijovska Pusciastova ha detto...

è un vero peccato, la storia è realizzata benissimo in ogni sua parte, penso che sarebbe stata anche molto educativa per i bambini...
beh, chissà che darle visibilità qui sul tuo blogghe non porti la fortuna che stavi apsettando! :)

Michela Da Sacco ha detto...

Tra l'altro è la storia riuscita meglio, del ciclo "La Fattoria Lungargine".
Potresti pensare di pubblicare anche le altre storie, un po' alla volta.

Francesca Da Sacco ha detto...

Grazie Giulia ^__^
Magari prima o poi la vedrò in librettino come le altre, chissà.

Per Michela: certo, così trovo qualcosa da mettere e aggiorno più spesso ^^
Certo potevo farla furba e pubblicarlo a pezzi >__<

Manola ha detto...

Ciao Francesca! Ma è davvero carinissimo il progetto! ♥ è bello educare i bambini in questo modo: le tavole sono bellissime e molto curate e la storia è tanto carina!!! Davvero un peccato per i fondi... incrocio le dita però! Non si sa mai che dal blog spicchi il volo!
Baci.

Luca Bonisoli ha detto...

Molto carina! ^__^
Peccato peri finanziamenti.... -__-

Capitan Harlock ha detto...

Wow ... speriamo bene!

Silvia ha detto...

Francesca, sei davvero bravissima!

Icarus Crane ha detto...

bell'iniziativa.....peccato che ora come ora reperire fondi è come vincere al superenalotto :-(
Siamo tutti sulla stessa barca purtroppo...progetti bellissimo (come questo) costretti a rimanere chiusi nei cassetti....bha....
complimenti per il tuo lavoro!!

Francesca Da Sacco ha detto...

ciao Manola, grazie mille, vero, questo progetto mi piace da quando è partito e il riscontro con i bambini c'è eccome. Si fanno "fregare" subito quando dico che sono storie vere di animali veri, qui non si inventa nulla ^__-

@Luca e Cap Harlock: per i fondi speriamo si muova qualcosa a settembre ^^
Chissà.

@Silvia: ciaooo!! Grazie, mi fa davvero piacere sentirti ^^

@ Icarus: ciao, grazie dei complimenti ^^
Per i fondi: in teoria il comune li ha i fondi per le fattorie didattiche, si tratta "solo" di convincerli ad aprire la borsa -__-
Comunque è vero, sto cominciando a informarmi per organizzare, con mia sorella, un corso di disegno a livello di quartiere, per ragazzi con problemi sociali (che non significa siano difficili, alcuni hanno disagi in famiglia), anche qui esistono fondi creati apposta, ma è davvero difficile ottenerli.
Si tratta di non essere soli e perseverare (e avere molta pazienza, pure).

mino ha detto...

è vero che è dura, però mi sembra che questo progetto abbia tutto per riuscire… insisti!